NEWS GENNAIO 2020


APPALTI
Chiarimenti sulle novità per i committenti di opere o servizi di ammontare annuo superiore a 200.000 euro
L’Agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti sulle novità introdotte dall’articolo 4, comma 1 e 2, D.L. 124/2019. La quantificazione dei versamenti distinti per ciascun committente, e quindi della retribuzione corrisposta al dipendente in esecuzione della specifica opera o servizio affidatogli e della relativa ritenuta operata va effettuata sulla base di parametri oggettivi (ad esempio, sulla base del numero di ore impiegate in esecuzione della specifica commessa). Inoltre, le disposizioni si applicano a decorrere dal 1° gennaio 2020, con riferimento alle ritenute operate a decorrere dal mese di gennaio 2020 - e, quindi, relativamente ai versamenti eseguiti nel mese di febbraio 2020 -, anche con riguardo ai contratti di appalto, affidamento o subappalto stipulati antecedentemente il 1° gennaio 2020.
(Agenzia delle entrate, risoluzione n. 108, 23/12/2019)

RENDITE E USUFRUTTI

Rideterminati moltiplicatori e coefficienti per calcolare i valori delle rendite e dell’usufrutto
In conseguenza della variazione del saggio di interesse legale allo 0,05% con decorrenza dal 1° gennaio 2020 sono stati rideterminati i moltiplicatori e i coefficienti per calcolare il valore delle rendite e dell’usufrutto ai fini delle disposizioni in materia di imposta di registro e sulle successioni e donazioni. I nuovi valori si applicano agli atti pubblici formati, agli atti giudiziari pubblicati o emanati, alle scritture private autenticate e a quelle non autenticate presentate per la registrazione, alle successioni aperte e alle donazioni fatti a partire dal 1° gennaio 2020.
(Ministero dell’economia e delle finanze, decreto 20/12/2019, G.U. n.304 del 30/12/2019)

FATTURE ELETTRONICHE
Nuova proroga per l’adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche
Nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate è presente la funzionalità per consentire agli operatori Iva, agli intermediari abilitati e ai consumatori finali di aderire al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”. In caso di mancata adesione al servizio da parte di almeno uno dei soggetti del rapporto economico (cedente/prestatore e cessionario/committente), i file xml delle fatture saranno cancellati entro 60 giorni dal termine di scadenza per esprimere l’adesione, nuovamente prorogato dal 20 dicembre 2019 al 29 febbraio 2020.
(Agenzia delle entrate, provvedimento n. 1427541, 17/12/2019)

ONAI
Pubblicate 4 circolari che interessano particolari flussi di imballaggi e aziende di piccole dimensioni
Il Consorzio Nazionale Imballaggi ha pubblicato sul proprio sito web nella sezione circolari applicative 4 documenti che introducono semplificazioni procedurali in merito a:
-  dichiarazione del contributo ambientale e variazione delle soglie di dichiarazione riferite al peso degli imballaggi (decorrenza delle nuove soglie sulle dichiarazioni del 2020);
- nuova procedura di dichiarazione del contributo ambientale basata sul fatturato complessivo dell’anno precedente riservata agli importatori di imballaggi pieni (decorrenza della semplificazione sulla prima dichiarazione del 2020, entro il 30 settembre 2020);
- procedura agevolata semplificata di fatturazione e dichiarazione del contributo ambientale estesa ai produttori di imballaggi che commercializzano imballaggi “a completamento di gamma o dell’imballaggio” in materiali diversi (decorrenza 1° gennaio 2020);
- nuova procedura di esenzione e applicazione del contributo ambientale per i rotoli di foglio di alluminio e per i rotoli di pellicola di plastica per alimenti (decorrenza 1° gennaio 2020).
(Conai, circolari n. 1/2019, 2/2019, 3/2019 e 4/2019, 05/12/2019)

DICHIARAZIONI
Disponibile la guida che illustra le tipologie di comunicazione inviate dall’Agenzia delle entrate
L’Agenzia delle entrate ha pubblicato nel mese di dicembre una guida che analizza le tipologie di controllo sulle dichiarazioni fiscali presentate: sono illustrate le tipologie di comunicazione che possono essere inviate ai contribuenti a seguito di un controllo automatico, di un controllo formale ovvero della liquidazione delle imposte sui redditi assoggetatti a tassazione separata. Sono, inoltre, dettagliati i termini e la misura delle sanzioni per regolarizzare le comunicazioni nonché le modalità di richiesta di una rateizzazione degli importi dovuti. La guida è disponibile al link
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Comunicazioni+sui+controlli+delle+dichiarazioni+it_Guida_Comunicazioni_sui_controlli_delle_dichiarazioni.pdf/d583b145-f1f7-eae3-f226-bfd5285cc177.
(Agenzia delle entrate, guida Comunicazioni sui controlli delle dichiarazioni, sito web)

USURA
Aggiornati i tassi soglia per scoperti di conto corrente, leasing e mutui
È stato pubblicato il decreto che fissa i nuovi tassi soglia per determinare l’usura per il trimestre 1° gennaio 2020 – 31 marzo 2020. Per le aperture di credito in conto corrente oltre i 5.000 euro il tasso soglia su base annua è pari al 14,4375%. Per gli anticipi, gli sconti commerciali e i finanziamenti all’importazione oltre i 200.000 euro il tasso soglia su base annua è pari al 7,775%. Per i leasing strumentali oltre i 25.000 euro il tasso soglia su base annua è pari al 9,8625%; per i leasing immobiliari a tasso fisso è pari all’8,85% e a tasso variabile è pari al 7,8250%. Per i mutui con garanzia ipotecaria a tasso fisso è pari al 6,8375% mentre per quelli a tasso variabile il tasso soglia su base annua è pari al 6,9250%. Nell’allegato A al decreto sono specificati i tassi soglia per tutte le categorie di operazioni.
(Ministero dell’economia e delle finanze, decreto 20/12/2019, G.U. n.304 del 30/12/2019)

DIRITTO CCIAA
Confermata la riduzione al 50% degli importi dovuti per il 2020
Il Ministero dello sviluppo economico ha reso note le misure del diritto annuale dovuto per l’anno 2020 dalle imprese e dagli altri soggetti obbligati, confermando gli stessi importi previsti per l’anno 2019 (riduzione al 50% degli importi dovuti per il pagamento del diritto alle Camere di Commercio).
(Ministero dello sviluppo economico, nota n. 347962, 11/12/2019)



 






Studio Realdon
Padova, via Cavalletto n. 3
Este, Gall. pr. Umberto 38/L
P. IVA 00396100281
Telefono 0429602122
Fax 0429600519
Email Clicca qui
PEC Clicca qui

Informativa sui cookie

 

Web Art Studio Web Agency - Realizzazione Siti Internet